Investire in Serbia vantaggi

Vicinissima all’Italia come ad altri paesi europei, il paese offre molte possibilità, investire in Serbia è conveniente sia per le aziende sia privati, infatti, si possono acquistare immobili e terreni a prezzi vantaggiosi.

La legislazione serba favorisce queste dinamiche e stimola proprio il flusso di capitali esteri, i quali trovano terreno fertile per investire mentre per il Governo si tratta di capitali che portano anche posti di lavoro e consumo di beni e servizi locali.

Il tutto ovviamente è favorito dalla più elementare delle ricette economiche, e sono, una burocrazia snella e non asfissiante e soprattutto una tassazione molto bassa che invita innegabilmente ogni investitore estero, con conseguenti grandi profitti, una condizione che allo stato delle cose va a vantaggio di tutti, imprenditori, investitori, Stato e la stessa popolazione.

Perché conviene investire in Serbia

Basta solo pensare alla percentuale delle tasse, per dire ad esempio che il lavoro autonomo è tassato al 10%, oppure al 15% per le imprese, questo dovrebbe far capire l’abisso che separa i paesi europei dalla Serbia almeno in materia fiscale.

Seducente quindi per molti imprenditori che possono contare anche sulla logistica riguardante la vicinanza e quindi facile da raggiungere. Ecco quindi che investire in Serbia (http://www.firmica.si/it/come-investire-serbia)  diventa molto allettante se paragonata alla tassazione italiana che, sommando tutto supera abbondantemente il 60%, un abisso che nessun imprenditore potendo non vorrebbe colmare guadagnando decisamente di più.

La Serbia dunque è una sorta di paradiso o zona franca per gli investimenti, comprare case e terreni come impiantare aziende produttive e commerciali non è altro che un dettaglio quando il divario delle tasse è così ampio!

Leave a Reply